Associazione 25 aprile | Le iniziative dell’Associazione per il 25 aprile 2022
20397
post-template-default,single,single-post,postid-20397,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Le iniziative dell’Associazione per il 25 aprile 2022

Le iniziative dell’Associazione per il 25 aprile 2022

.

CREMONA

La partecipazione al corteo del 25 Aprile svoltosi a Cremona con lo striscione realizzato dagli studenti del Liceo Artistico.

Immagine di piazza del Comune (gremita) nella quale è confluito il Corteo e dove si sono tenuti gli interventi celebrativi.

L’inaugurazione della Mostra “Il sentiero della Costituzione” al Liceo Artistico dove rimarrà permanentemente esposta.

 

CREMA

La mostra “Il Sentiero della Costituzione” presso i chiostri del Centro culturale Sant’Agostino di Crema.

Rimane esposta al pubblico e ad uso delle scuole dal 24 al 30 Aprile.

TORRE DE’ PICENARDI

25 Aprile. Il sentiero della Costituzione esposto sotto la loggetta del Comune.

La Mostra “Il sentiero della Costituzione”. Ad oggi è permanentemente esposta in 12 Istituti scolastici della provincia di Cremona grazie ad una Convenzione di concessione   in comodato d’uso gratuito permanente, sottoscritta con al nostra Associazione. Si tratta dei cinque Istituti comprensivi della città di Cremona, degli Istituti comprensivi di Piadena, di Gussola e del Galmozzi di Crema; del Liceo Artistico e, da maggio, Il liceo Anguissola di Cremona; degli Istituti di Istruzione Secondaria superiore Munari e Sraffa di Crema.

PALERMO

Sraffa Marazzi a Palermo il 23 maggio per il 30° anniversario della strage di Capaci

”La mafia non si combatte con la pistola, ma con la cultura” è la frase di Felicia Bartolotta Impastato, che abbiamo voluto utilizzare come nostro elaborato da inviare alla Fondazione Falcone nell’ambito delle iniziative per i 30 anni della strage di Capaci, che ci ha visto di nuovo a Palermo. Il nostro Viaggio della Legalità inserito all’interno del progetto “Vie e volti della legalità”, giunto alla terza edizione, ideato dal prof. Pietro Fischietti, e condiviso dalla dirigente scolastica Roberta Di Paolantonio e da tutto il Collegio Docenti. Obiettivo del nostro progetto, che premia gli alunni meritevoli dell’Istituto, è quello di catturare l’attenzione dei giovani sul fenomeno della criminalità organizzata e della lotta alle mafie, attraverso la conoscenza di episodi e personaggi legati a questo ambito, in modo da favorire una presa di coscienza che possa renderli cittadini attivi e consapevoli

PERUGIA – ASSISI

Marcia per la pace Perugia-Assisi. La partecipazione di studenti del Liceo Artistico di Cremona

Testimonianza di Gheorghita Violeta – Terza A – Sez. Artistico- Stradivari

La Marcia straordinaria della pace e della fraternità svoltasi il 24 Aprile 2022 vigilia della Festa della Liberazione, da Perugia ad Assisi si è presentata come una manifestazione unica; è stata organizzata per impedire l’esplosione di una nuova devastante crisi sociale e ambientale oltre che umanitaria che sta tutt’ora provocando al guerra Ucraina- Russia. La Marcia Perugia Assisi ha compiuto 60 anni ed è una vera e propria esperienza che ti coinvolge da tutti i punti di vista; vedere oltre 20 mila persone insieme a te che combattono per la stessa causa ti riempie il cuore di gioia e soprattutto di speranza.

Nella Marcia ha prevalso l’ importanza a quello che ci sta affliggendo attualmente: la guerra in Ucraina scoppiata il 24 febbraio, facendo strage di vite innocenti e riducendo le città in polvere, portando con se’ paura e dolore. Più di 10.00 bandiere arcobaleno, gli stendardi di 150 Comuni italiani, simboli di migliaia di Associazioni di Volontariato pacifiste hanno accompagnato e testimoniato ciò che Flavio Lotti, Coordinatore del Comitato promotore della Marcia ha gridato con vigore: “ Siamo qui per le vittime delle guerre, per i prigionieri di tutte le guerre, fermatevi, la guerra è una follia”

Da più parti si alzavano appelli : “ Negoziare subito, trattate i cessate il fuoco, attuiamo il disarmo…”

Esperienza sicuramente indimenticabile e che rifarei altre cento volte con lo stesso impegno e amore con cui, insieme ad altri amici di scuola, ho fatto questo percorso.